Il Difensore Civico Avv. G. D’Azzo scrive al Sindaco e al Presidente del Consiglio sul “Caso Ribera”.-

L’immobile del “Caso Ribera” di corso Umberto 1° n°59.   

Lettera del Difensore Civico Avv. Giovanni D’Azzo al Sindaco e al Presidente del Consiglio Comunale.   

 

Quanto al tema tratteggiato nella nota (il “Caso Ribera” pubblicato il 20/04/2008 su  Rivilisi.it”  edificio di Corso Umberto 1° posto al civico n.59, originariamente concesso in uso gratuito per finalità pedagogiche n.d.s.), pur rendendomi conto della oggettiva complessità delle questioni giuridiche connesse a tale problematica, reputo necessario dare, al più presto, risposta al quesito avanzato, la cui soluzione ritengo interessi la cittadinanza.

 

Invito, pertanto, il sig. Sindaco a voler convocare sollecitamente, e comunque entro …dal ricevimento della presente, una conferenza di servizi finalizzata ad acquisire i dati documentali e gli ulteriori elementi necessari ad intraprendere, ove appropriate valutazioni di diritto  dovessero consigliarlo, le conseguenti iniziative legali, necessarie a tutelare i diritti  e gli interessi del Comune nelle sedi competenti.  

 

La nota – (il “Caso Ribera” pubblicato il 20/04/2008 su Rivilisi.it” n.d.s.) – mi offre lo spunto per porre alla Loro attenzione una problematica che mi ripromettevo di affrontare nell’ambito della … relazione annuale che mi accingo ad inviare al Consiglio Comunale: la necessità di effettuare un monitoraggio degli immobili comunali, al fine di poter disporre di una situazione patrimoniale aggiornata e completa, mediante la quale si abbia piena contezza dello  stato  di  fatto  e  di  diritto  in  cui  si  trovano  tutti i beni di proprietà dell’Ente”. 

 

 

Sono ben lieto di anticipare, con la presente, la trattazione, sia pure sommaria, di tale problematica, ed espressamente manifesto la mia disponibilità a collaborare con le SS.LL. e con gli organi istituzionali del Comune, per poter finalmente porre le basi per una concreta ed incisiva  programmazione della gestione di detto patrimonio, a beneficio dell’amministrazione e dei cittadini.

 

 Ritengo che una organica ed oculata gestione del proprio patrimonio immobiliare, consentirebbe al Comune di ridurre, e probabilmente azzerare, gli ingenti costi annualmente sopportati per pagare i canoni locativi ai proprietari degli edifici privati ove sono allocati diversi uffici comunali.

 

                                                  Il Difensore Civico

                                                    Avv. G. D’Azzo

                                                                                                                                                                      

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: