Betori: denunciare i preti pedofili? Neanche per idea!

 

 

 

Pedofilia: Betori, CEI con il Papa per tolleranza zero.
La Chiesa Italiana condivide la linea scelta dal Papa della ”tolleranza zero” verso i sacerdoti che si macchiano di abusi sessuali. ”I vescovi – ha ribadito oggi mons. Giuseppe Betori, segretario della CEI – sanno benissimo che non appena c’è la notizia di possibili devianze debbono aprire un’inchiesta canonica. E inizia così immediatamente un cammino di indagine ecclesiastica sull’oggetto”. E ugualmente immediato è in conseguenza l’allontanamento del sacerdote.

 ”Una cosa è prendere i necessari provvedimenti canonici, altro – ha chiarito – è come vescovi diventare strumenti della giustizia italiana, non perché non vogliamo che i sacerdoti colpevoli subiscano le giuste pene dalla giustizia civile, ma perché le vittime debbono decidere loro se accedervi. E alcune preferiscono non farlo”.

Fonte: repubblica.it

Ricordo quale è la posizione ufficiale del Vaticano in materia:

E’ lo stesso arcivescovo (ora cardinale) Bertone, (estensore col card. Ratzinger dell’epistola “De delictis gravioribus” del 2001 che ribadiva e rafforzava le istruzioni “De crimen sollicitationis” del 1962) a rivendicare in una intervista la pretesa dei gerarchi vaticani di non denunciare alla magistratura i loro sottoposti criminali: http://www.chiediloaldon.it/?p=48.     

Tutto bene? Sembrerebbe dì sì… ma come al solito, quando ci sono di mezzo i preti, non c’è mai da star tranquilli (tanto più se il loro livello gerarchico è elevato). 

 

Insomma: c’è un prete che ha o potrebbe aver commesso questo schifoso crimine? Bene: indaghiamo per conto nostro e al limite allontaniamo il colpevole; allontanamento che spesso vuol dire trasferimento ad altra parrocchia, tenendo ben nascosta la faccenda ai fedeli della nuova sede del sacerdote… altrimenti chi affiderebbe i propri bambini a una persona di questo genere? Nessuno! Quindi meglio tacere notizie spiacevoli.

Fare una segnalazioni alle forze dell’ordine? Giammai! Ci penserà la vittima… già sconvolta per quanto accaduto e magari ben catechizzata sul fatto che anche lui/lei ha commesso peccato e tante altre amenità del genere. Per non parlare poi di tutta la macchina che si mette in moto in caso di denuncia: si tende subito a gettare discredito sulla vittima, sui testimoni, sui magistrati, sui giornalisti… la solita ala protettrice che è ben nota a tutti.

La nostra Costituzione recita, all’articolo 7: “Lo Stato e la Chiesa cattolica sono, ciascuno nel proprio ordine, indipendenti e sovrani”. Strano modo di intendere l’indipendenza e la sovranità da parte della Chiesa Cattolica!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: